HOME                 

Informazioni generali
Vendita per corrispondenza
Cataloghi on line
Eventi e Occasioni
Cataloghi cartacei            Pagamento dei bulbi ordinati
Scriveteci via e-mail              Mailing list

Il Sentiero Verde dei Bulbi

Chi siamo                                 Dove siamo
Mostra del Narciso
I Bulbmen            Links                     

sito riassuntivo:           www.domus-bulborum.com

sito commerciale:  ww.florianabulbose.eu

microrete di siti:

www.bulbi.net

siti informativi: www.bulbose.it           www.amo-bulbi.it   www.bulbi.net

tutti i siti della Floriana:

LA MAPPA









F L O R I A N A   B U L B O S E
        Via Silio Italico, 20   00040 Monte Porzio Catone (Roma)  tel. 06 9447769  fax 06 23328175

Cardiocrinum giganteum
 

 

Per molto tempo il Cardiocrinum giganteum veniva classificato come Lilium, ma esistono nette differenze tra i generi: tra l'altro nella forma e distribuzione delle foglie, nella forma delle capsule dei semi e nelle caratteristiche del bulbo.

La specie Cardiocrinum giganteum è originaria del Nepal, Tibet sudorientale e dell’India nordorientale, mentre altre specie del genere, non disponibili per la coltivazione amatoriale in Europa, vengono dalla Cina orientale e centrale (C. cathayanum) e dal Giappone e l'isola di Sacalin (C. cordatum).

Si tratta di una delle piante geofite più grandi del pianeta con uno stelo che può raggiungere un diametro  di  12 cm  alla  base e un'altezza di oltre 3 metri. Lo stelo cavo viene usato in Nepal per la fabbricazione di uno strumento musicale.

I bulbi, caratterizzati da poche grandi scaglie, devono raggiungere una notevole dimensione prima di dare vita all'infiorescenza e dopo la fioritura muoiono. Negli anni di ingrossamento del bulbo principale vengono formati bulbi laterali che assicurano la propagazione agamica della pianta.

I spettacolari fiori sono bianchi con sfumature verdognole e sono tinti di porpora alla base. Sono fortemente e piacevolmente profumati.

In commercio si trovano bulbi che generalmente non sono pronti alla fioritura nel primo anno. Sono praticamente tutti originari dall'India e vengono dichiarati come appartenenti alla specie tipo. La colorazione rossiccia delle foglie di molte piante e l'altezza finale di soli 120-150 cm di alcune piante fa però pensare che si tratti di varie forme, probabilmente anche del Cardiocrinum giganteum var. yunnanense (originario della Cina meridionale). Questo sospetto viene vigorosamente negato dai produttori indiani, ma rimane il fatto che singoli individui cresciuti dalle stesse partite commerciali presentano delle differenze non trascurabili. Per gli amatori queste differenze non dovrebbero costituire un problema importante, perché tutte le forme di Cardiocrinum giganteum sono molto affascinanti.

La coltivazione è difficile. Esige condizioni simili alle zone d'origine. In particolare è importante assicurare l'umidità sufficiente, ma non eccessiva del suolo, condizioni ombreggiate con sporadici momenti di esposizione ai raggi del sole, sufficiente umidità relativa dell'aria, un alto contenuto in nutrienti del suolo, assenza di gelate tardive, ma durante l'inverno sufficiente freddo che può portare al congelamento del substrato, ma non deve essere di breve durata seguita da scongelamenti frequenti.

Importante è proteggere le piante da attacchi di limacce.

I bulbi in quiescenza sono venduti senza garanzia di successo. Devono essere ordinati presto e messi a dimora possibilmente nella prima metà di Marzo.

Ulteriori dettagli su questa bulbosa molto particolare, relativamente rara e tuttora assai costosa sono presenti nella scheda monografica (vedi).
 

 

 

 



 
                      HELP
Se questa pagina è stata raggiunta dal CAT-I   chiudere   la   finestra   di   questa   schermata   per ritornarvi (a dx in alto dello schermo).
Per tornare alla pagina dei cataloghi:
Per trovare descrizioni dettagliate di altri articoli dai vari cataloghi :                

Per visitare la galleria delle immagini delle geofite incluse nel CAT-I:

              

 
Genere: Cardiocrinum
specie: giganteum
sottospecie/'Forma'/VARIETA' .
Famiglia: Liliaceae
Origine: Himalaia
Colore dominante del fiore: bianco e porporino
Altezza: anche oltre 3 m
Periodo di fioritura: estate
Profumo: forte
Altre caratteristiche particolari: bulbo muore dopo la fioritura
Uso consigliato: piena terra
Esposizione: mezzombra-ombra
Suolo: permeabile, ricco
Umidità suolo nel periodo vegetativo: costantemente media-alta
Distanza tra i bulbi: oltre 1 m
Coltivazione: impegnativa
Disponibilità: febbraio-aprile
Presente nel CAT-I , valido da Febbraio a Giugno
quantità minima venduta      codice dell'articolo          
    1     CRD001  

ORDINARE

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

dal sito www.florianabulbose.com

Questa pagina è protetta:

© copyright Floriana Bulbose

Altre pagine informative su questo genere : no

Alle schede riguardanti i singoli cataloghi    

Alla pagina delle schede dei generi del CAT-I

 

                

                           

 

                

 

      Le immagini, tratte dalla letteratura, si riferiscono possibilmente

               a due  forme distinte di   Cardiocrinum giganteum