HOME                 

Informazioni generali
Vendita per corrispondenza
Cataloghi on line
Eventi e Occasioni
Cataloghi cartacei            Pagamento dei bulbi ordinati
Scriveteci via e-mail              Mailing list

Il Sentiero Verde dei Bulbi

Chi siamo                                 Dove siamo
Mostra del Narciso
I Bulbmen            Links                     

sito riassuntivo:           www.domus-bulborum.com

sito commerciale:  ww.florianabulbose.eu

microrete di siti:

www.bulbi.net

siti informativi: www.bulbose.it           www.amo-bulbi.it   www.bulbi.net

 







F L O R I A N A   B U L B O S E
        Via Silio Italico, 20   00040 Monte Porzio Catone (Roma)  tel. 06 9447769  fax 06 23328175

Dracunculus vulgaris (sin. Arum dracunculus)
 


Il tubero di questa pianta può essere piantato sia in autunno che in primavera. Conviene mantenere una notevole distanza, di 30-50 cm o più, tra le piante, le quali possono raggiungere l'altezza di 90-100cm, soprattutto in un suolo ricco e sufficientemente umido durante il ciclo vegetativo.  Le foglie hanno colori tra il verde chiaro e scuro, sono talvolta leggermente marmorizzate. La spata ha un colore rosso molto scuro, vellutato, con base e vene esterne verdi. Lo spadice sporge dalla spata ed il suo appendice rosso scurissimo, quasi nero, può essere assai lungo, mentre è striato verde-marrone alla base. I frutti in forma di bacche scarlatte maturano a fine estate o in primo autunno e sono molto decorative.

Il nome dracunculus è stato usato da Plinio il Vecchio e significa piccolo drago. Questo genere conta solo due specie - D.vulgaris del Mediterraneo e D.canariensis, endemico delle Isole della Canarie. La specie Helicodiceros muscivorus è molto affine e talvolta viene ancora chiamata Dracunculus muscivorus. Tutte queste specie facevano precedentemente parte del genere Arum. e tale nome vine frequentemente usato come sinonimo. Dettagli su queste specie si trovano nel Sentiero Verde dei Bulbi (vedi).

Tutte le specie hanno belle foglie divise. Questa caratteristica, insieme con la sistemazione degli ovuli sullo spadice, le differenziano da quelle del genere Arum. I rappresentati del genere vengono coltivati in primo luogo per la bellezza delle foglie, essendo l'infiorescenza interessantissima ed attraente, ma caratterizzata da un odore di carne marcia, il che non sempre permette la sistemazione della pianta in vicinanza di luoghi abitati. Ogni fiore dura però solo pochi giorni e per gli entusiasti delle Araceae l'odore risulta solo un tratto secondario rispetto al fascino degli inconsueti fiori. Le piante si prestano particolarmente bene per zone semiombreggiate, come bordi di boschi e vicino ad arbusti, dove il loro fogliame può risaltare maggiormente. Le piante possono essere coltivate con successo anche in vasi di grandi dimensioni.

L'organo ipogeo è un tubero che può raggiungere notevoli dimensioni, portando in D. vulgaris allo sviluppo di piante molte robuste ed alte fino a 100 cm. Le infiorescenze si sviluppano in tarda primavera o all'inizio dell'estate e sono composte da una larga spata - con bordi sovrapposti alla base e frequentemente appiattita nella parte superiore - e lo spadice. Le zone a fiori maschili e femminili sullo spadice sono vicine una all'altra e non separate da fiori sterili (come invece in Arum).

Le piante esigono un suolo ricco in materia organica, ma ben drenato, una sufficiente umidità durante il ciclo vegetativo e almeno qualche ora di sole perché la spata si colori bene. La fertilizzazione deve essere eseguita con concimi organici in primavera.

La propagazione è facile da seme oppure dividendo il tubero in maniera che ogni sezione da ripiantare contenga una gemma. La pianta è semirustica e le giovani piante esigono una buona protezione contro eventi di freddo tardivo in primavera.

Danni da parassiti sono rari, ma piante indebolite, per esempio dalla siccità, diventano più suscettibili anche ai nemici meno voraci.

 

 

                      HELP
Se  la  pagina  è  stata  raggiunta  dal  CAT-I o dal CAT-IV   chiudere   la   finestra   di   questa   schermata   per ritornarvi (a dx in alto dello schermo).
Per tornare alla pagina dei cataloghi:
Per trovare descrizioni dettagliate di altri articoli dai vari cataloghi :                

Per visitare la galleria delle immagini delle geofite incluse nel CAT-I:

              

Per visitare la galleria delle immagini delle geofite incluse nel CAT-IV:

              

 
Genere: Dracunculus
specie: vulgaris
sottospecie/'Forma'/VARIETA' .
Famiglia: Araceae
Origine: Meditteraneo
Colore dominante del fiore: rosso scuro
Altezza: 50-100 cm
Periodo di fioritura: primavera-estate
Profumo: sgradevole
Altre caratteristiche particolari: bel fogliame
Uso consigliato: piena terra
Esposizione: sole-mezzombra
Suolo: ricco
Umidità suolo nel periodo vegetativo: media-medioalta
Distanza tra i tuberi: 30 - 50 cm
Coltivazione: facile
Disponibilità: II-V e IX-XII
Presente nel CAT-I e CAT-IV
quantità minima venduta      codice dell'articolo          
    1     DRA001

ORDINARE

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

dal sito www.florianabulbose.com

Questa pagina è protetta:

© copyright Floriana Bulbose

Altre pagine informative su questo genere :

Alle schede riguardanti i singoli cataloghi      

Alla pagina delle schede dei generi del CAT-I 

Alla pagina delle schede dei generi del CAT-IV